Fandom

Fictional Characters Wiki

Ezio Guidi

4,864pages on
this wiki
Add New Page
Talk0 Share

Ezio Guidi (Bellinzona, 3 settembre 1943) è un giornalista, conduttore televisivo e telecronista sportivo svizzero.Inizia la sua carriera a Berna dove, per alcune stagioni, è responsabile della redazione in lingua italiana delle "Onde Corte" (poi ribattezzata Radio Svizzera Internazionale). Successivamente, dopo il trasferimento a Lugano, si forma come regista presso la RTSIdove si occupa di temi di attualità e di costume. Conduce le prime puntate dell'emissione del Primo d'agosto, di cui fu tra gli ideatori. Nel 1976 presenta la finale svizzera dell'Eurovision Song Contest e commenta 17 edizioni dei Giochi senza frontiere tra cui, insieme aMascia Cantoni, la puntata di Caslano del 1976 che, con oltre cento milioni di telespettatori, registrò il record d'ascolto dell'intera storia dei Giochi diffusi in Eurovisione.[1]Negli stessi anni inizia a specializzarsi come telecronista sportivo, seguendo in particolare lo sci nordico, il salto, il pattinaggio artistico (di cui segue 51 edizioni dei campionati europei e dei mondiali[2]) e il nuoto. Si avvicina poi al ciclismo, seguendo svariate edizioni del Giro d'Italia, della Vuelta, dei campionati mondiali, oltre che del Tour de Suisse e del Tour de Romandie. In seguito si occupa di sci alpino e soprattutto di tennis, sia maschile che femminile, conducendo per molti anni le telecronache dei principali tornei e del Grande Slam, dai tempi di Borg fino agli esordi e poi ai successi di Martina Hingis e Roger Federer.Per diverse stagioni ha condotto il programma della televisione svizzera di lingua italiana Domenica sport. Guidi è inoltre autore di alcuni documentari che ripercorrono la storia del calcio ticinese, in particolare di quattro filmati dedicati rispettivamente all'AC Bellinzona, al FC Chiasso, al FC Locarno e al FC Lugano, prodotti in occasione dei centenari dei vari club. Con scadenza settimanale scrive sul quotidiano La Regione una rubrica su temi tennistici intitolata Tie-break. Inviato a ben 20 edizioni dei Giochi olimpici, Ezio Guidi detiene il primato di presenze da cronista televisivo per la SSR a questo appuntamento sportivo.[3]

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.